Omelie

  • I Domenica di Avvento - Anno A

      «Nessuno sveglia un altro nel letto tanto facilmente quanto Cristo sveglia i morti nel sepolcro». Sant’Agostino, Discorso 98,2     Viviamo addormentati Passiamo gran parte della nostra vita addormentati, non ci aspettiamo più niente, non ci accorgiamo di quello che sta avvenendo dentro di noi, non prestiamo attenzione a quello che sta accedendo intorno a noi. Viviamo addormentati... Continua
  • Nostro Signore Gesù Cristo, Re dell'Universo

        «A un sospeso, a un crocifisso, a un sanguinante, a uno inchiodato diceva: Quando sarai entrato nel tuo regno. Quegli altri invece: Noi speravamo. Dove il ladrone aveva scoperto la speranza, là i discepoli l’avevano perduta». Sant’Agostino, Discorso 232, 6   Parole svuotate Le parole, anche le grandi parole della fede, sembrano ormai svuotate, non ne cogliamo più la forza, non... Continua
  • XXXIII Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

      «O, fratelli miei, se le pietre morte sentissero quanto sono commiserate dalle pietre vive! Qual è infatti la nostra preoccupazione? […] Che cosa dobbiamo curare, di che cosa interessarci, se non di liberare la pietra dalla pietra?», Sant’Agostino, Discorso 24,2   Che vuoi che sia! Sebbene sia stato un gesto certamente eroico, l’immagine dell’orchestra del Titanic che suonò fino alla... Continua
  • XXXII Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

      «Quando dico: Ho il potere di dare la vita, sono il tuo aiuto. Quando dico: L’anima mia è triste fino alla morte, sono il tuo specchio». Sant’Agostino, Discorso 375/B, 3     La meditazione sulla morte Una lunga tradizione spirituale ha considerato la meditazione sulla morte come una fonte di ispirazione per orientare la propria vita. Sant’Ignazio di Loyola per esempio contempla,... Continua
  • XXXI Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

      «Non rattristarti, sali sull’albero dove, per te, pendette Gesù e vedrai Gesù». Sant’Agostino, Discorso 174, 3,3     La paura di cadere Quando attraversiamo periodi di ansia, quando siamo davanti a situazioni complicate, da cui non sappiamo come uscire, siamo visitati da sogni in cui ci sentiamo precipitare in un abisso senza fine. È la voragine dell’incertezza. È la paura di... Continua
  • XXX Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

        «Il pubblicano invece s’era fermato a distanza, ma tuttavia era vicino a Dio. Lo teneva lontano il rimorso, ma lo avvicinava lo spirito di fede. Il pubblicano invece s’era fermato a distanza, ma il Signore lo guardava da vicino», Sant’Agostino, Discorso 115,2     Un gioco di specchi Come la strega di Biancaneve, tutti noi abbiamo un angolo segreto della nostra casa... Continua
  • XXIX Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

      «La preghiera è un grido che si leva al Signore; ma, se questo grido consiste in un rumore di voce corporale senza che il cuore di chi prega aneli intensamente a Dio, non c’è dubbio che esso è fiato sprecato». Sant’Agostino, Discorso 29, 1   Il silenzio di Dio Una delle esperienze più scandalose per il credente è il silenzio di Dio: continuare a chiedere senza sentirsi ascoltati.... Continua
  • XXVIII Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

      «Pertanto, dobbiamo rendere grazie anche nel ricevere da lui questa salute, ma, se sarà necessario, disponiamoci a disprezzare anche quello che ci ha dato, al fine di raggiungere beni più grandi». Sant’Agostino, Discorso 306/A, 1     Morire lentamente Senza sapere bene perché, ci sembra in alcuni momenti della vita di morire lentamente. La vita si sgretola e non riusciamo a stare... Continua
  • XXVII Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

      «Ti sembra una cosa da poco la fede dei credenti, perché non hai bilancia per pesarla. Ma ascolta dove conduce e saprai misurarne il valore». Sant’Agostino, Omelia 40,8     Credere nella prova Se credere che Dio opera nella storia dell’umanità è già di per sé difficile, lo è ancora di più nel tempo della prova. Quando intorno a noi si perpetua l’ingiustizia, quando i cattivi... Continua
  • XXVI Domenica del Tempo Ordinario - Anno C

      «Adesso il mondo è come un frantoio, si trova nelle tribolazioni; se quindi tu sei morchia, vai a finire nelle fogne; se invece sei olio, rimani nell’anfora», Sant’Agostino, Discorso 113/A, 11     L’inferno di tutti i giorni Di solito, nelle conversazioni serie, diciamo che è difficile rappresentarci l’inferno o dire come potrebbe essere. Eppure, tante volte, nel linguaggio... Continua