Omelie

  • VI Domenica del Tempo di Pasqua - Anno C

      «E davvero lo Spirito Santo, rendendo testimonianza a Cristo e rendendo straordinariamente forti i suoi testimoni, liberò gli amici di Cristo da ogni timore e tramutò in amore l’odio dei nemici». Sant’Agostino, Omelia 92,2   Autentiche divergenze o falsa armonia? Dobbiamo temere non davanti a quei contesti in cui emergono divergenze e punti di vista differenti, ma laddove tutto sembra... Continua
  • V Domenica del Tempo di Pasqua - Anno C

      «Eravate invecchiati infatti, per me non costituivate ancora una casa, eravate giacenti sotto le vostre macerie. Perciò, per essere tratti fuori dal cumulo annoso della vostra rovina,  amatevi gli uni gli altri». Sant’Agostino, Discorso 336,1     Più potenti o più inermi? Ogni struttura nel tempo tende a consolidarsi, non sempre ci riesce, ma sicuramente questo è l’implicito... Continua
  • IV Domenica del Tempo di Pasqua - Anno C

      «Dio non abbandona le sue pecore: sicché i cattivi pastori sconteranno le loro colpe, mentre le pecore conseguiranno i beni loro promessi», Sant’Agostino, Discorso, 46, 2     Persecuzione Uno dei paradossi della vita è che il bene suscita sempre reazioni avverse e chi prova a fare il bene non rimane mai indenne, ma deve tenersi pronto a pagarne le conseguenze. Che sia un... Continua
  • III Domenica del Tempo di Pasqua - Anno C

      «Se mi ami, non pensare a pascere te stesso, ma pasci le mie pecore, come mie, non come tue; cerca in esse la mia gloria, non la tua; il mio dominio, non il tuo; il mio guadagno e non il tuo», Sant’Agostino, Omelia 123, 5   Fallimenti L’esperienza del fallimento accompagna tutta la nostra vita: fallimento professionale, fallimento nelle relazioni, fallimento apostolico e anche... Continua
  • II Domenica del Tempo di Pasqua - Anno C

      «Signore mio e Dio mio!  Vedeva e toccava l’uomo, ma confessava Dio che non vedeva né toccava. Attraverso ciò che vedeva e toccava, rimosso ormai ogni dubbio, credette in ciò che non vedeva». Sant’Agostino, Omelia 121, 5   La fede non è automatica Nella vita reale non ci sono automatismi: non ci si fida immediatamente, non si crede senza esitazione, non si comincia ad amare... Continua
  • Domenica di Pasqua - Risurrezione del Signore - Anno C

      «Se non fosse tornata in vita la pietra, Pietro sarebbe andato perduto», Sant’Agostino, Discorso 244, 1     Tante domande La vita ci mette davanti a tanti interrogativi: perché una persona a cui abbiamo voluto bene arriva a tradirci? Perché l’esistenza di una persona cara può finire improvvisamente lasciandoci un grande vuoto? Perché l’umanità si trova ad affrontare una tempesta... Continua
  • Domenica delle Palme - Anno C

      «Se ami la tua anima, devi essere disposto a perderla; se vuoi conservare la vita in Cristo, non devi temere la morte per Cristo», Sant’Agostino, Omelia 51,10   Ritrovare la strada La vita attraversa prima o poi la notte, tempi di oscurità, di desolazione o di crisi. E, dentro la notte, proviamo a trovare la strada per tornare verso casa. A volte la notte ci sorprende inaspettata, a... Continua
  • V Domenica di Quaresima - Anno C

        «Relicti sunt duo, misera et misericordia», Sant’Agostino, In Evangelium Ioannis Tractatus, 33,5     Professionisti del giudizio Coloro che indagano morbosamente le presunte perversioni degli altri, sono generalmente coloro che non riescono ad accettare la perversione ben più grave in loro stessi. A volte ci meravigliamo e restiamo scandalizzati davanti all’efferatezza del... Continua
  • IV Domenica di Quaresima - Anno C

      «Ma, come quel figlio minore, hai pascolato i porci; ecco hai perduto tutto, sei rimasto indigente e sei tornato tardi e sfinito. Comprendi ora come quel che il Padre ti dava, lo custodiva egli stesso con più sicurezza», Sant’Agostino, Discorso 177,9   Tutti ci perdiamo Nella vita ci si perde. Ci si perde nelle relazioni quando si è stanchi, quando si pensa che la propria felicità sia... Continua
  • III Domenica di Quaresima - Anno C

      «Allora dov’è il male, da dove e per dove è penetrato qui dentro? Qual è la sua radice, quale il suo seme?», Sant’Agostino, Confessioni, VII,v,7   Nessun grido resta inascoltato Quando ci sentiamo attaccati ingiustamente, quando la vita ci costringe a stare davanti alla sofferenza, quando siamo vittime della cattiveria umana o quando ci interroghiamo davanti al dolore innocente, ci... Continua