Omelie

  • XV Domenica del Tempo Ordinario - Anno A

      “L’uomo parla. Noi parliamo nella veglia e nel sonno. Parliamo sempre, anche quando non proferiamo parola, ma ascoltiamo o leggiamo soltanto,  perfino quando neppure ascoltiamo o leggiamo, ma ci dedichiamo a un lavoro o ci perdiamo nell'ozio”. M. Heidegger   Siamo parabole Il nostro modo di comunicare dice molto del nostro modo di amare. C’è un rapporto profondo tra le parole che... Continua
  • XIV Domenica del Tempo Ordinario - Anno A

        «La prima via è l’umiltà, la seconda è l’umiltà e la terza è ancora l’umiltà: e ogni qualvolta tornassi a interrogarmi, ti risponderei sempre così». Agostino, Epistola 118, III, 22.     Le spighe che portano frutto Chi porterà più frutto: le spighe che svettano dritte verso il cielo o quelle ricurve che si piegano verso la terra? Benché le prime appaiano più belle, esse in... Continua
  • XIII Domenica del Tempo Ordinario - Anno A

        «Chi dice tu non ha qualcosa, non ha nulla. Ma sta nella relazione». M. Buber   Lo straniero   Chi è veramente lo straniero? Perché facciamo tanta fatica ad aprirci all’accoglienza non solo dell’altro, ma anche all’accoglienza della novità, degli eventi che accadono, dell’imprevisto? Può darsi forse che il primo straniero sia io, estraneo a me stesso, e come tale sono... Continua
  • XII Domenica del Tempo Ordinario - Anno A

      «La santità non ti rende meno umano, perché è l’incontro della tua debolezza con la forza della grazia». Francesco, Gaudete et exsultate, 34.   La sofferenza del giusto Quando leggo le vite dei santi, mi colpisce un tema ricorrente: spesso, durante la vita, sono stai accusati ingiustamente, si sono ritrovati soli e incompresi. Tuttavia, se oggi sono riconosciuti come santi, vuol dire... Continua
  • Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo - Anno A

        «La comunione con il tuo Corpo e il tuo Sangue, Signore Gesù Cristo, non diventi per me giudizio di condanna». Dalla liturgia     Nella parte più profonda «Proporre all’uomo soltanto l’umano è tradire l’uomo e volere la sua infelicità, perché dalla parte principale di se stesso, che è lo spirito, l’uomo è chiamato a qualcosa di meglio di una vita puramente umana».[1]... Continua
  • Solennità della Santissima Trinità - Anno A

      «Perciò in questa questione sulla Trinità e la conoscenza di Dio dobbiamo principalmente indagare che cosa sia il vero amore, o meglio, che cosa sia l’amore, perché non c’è amore degno di tal nome che quello vero». Agostino, De Trinitate VIII, VII, 10     Come è cambiato il nostro modo di amare Pensavamo che almeno l’amore fosse al sicuro. La pandemia invece ha messo in crisi... Continua
  • Solennità di Pentecoste - Anno A

        “Quando in un servo di Dio s'insinua la superbia, subito le si accompagna anche l'invidia. Non c'è superbo che non sia anche invidioso. L'invidia è figlia della superbia, e questa è una madre che non resta mai sterile: dove si trova, subito genera”. Sant’Agostino, Discorso 354, V,5   Chiusi dentro In questo periodo, a causa dell’epidemia, siamo stati costretti a rimanere chiusi... Continua
  • Ascensione del Signore - Anno A

        “Ho abbandonato tutto e ho ricondotto la nave, sia pure tutta squassata, alla desiderata quiete”, Agostino, De beata vita, 1,4       Il viaggio della vita Non sempre riusciamo a portare integra la barca della nostra vita sull’altra sponda del lago. Attraversiamo tempeste, affrontiamo gli ammutinamenti interni, subiamo il fuoco amico e l’assalto dei pirati. Eppure... Continua
  • VI Domenica di Pasqua - Anno A

        «Non c’è nulla che possa sostituire l’assenza di una persona a noi cara. […]  È falso dire che Dio riempie il vuoto; Egli non lo riempie affatto, ma lo tiene espressamente aperto, aiutandoci in tal modo a conservare la nostra antica reciproca comunione, sia pure nel dolore». D. Bonhoeffer   Il linguaggio dell’amore L’amore ha bisogno di strade su cui camminare. Non esiste... Continua
  • V Domenica di Pasqua - Anno A

      “Signore mio Dio, unica mia Speranza, fa' che, stanco, non smetta di cercarTi, ma cerchi il Tuo Volto sempre con ardore”. Sant'Agostino, De Trinitate 15, 28, 51     Separazione Quando una persona a cui siamo legati si separa da noi, sentiamo come una corda che si spezza e abbiamo la sensazione di precipitare nel vuoto. Gridiamo affinché qualcuno ci senta e possa riannodare... Continua