Omelie

  • II Domenica di Quaresima - Anno B

    Dopo sei giorni potrebbe certamente rimandare al suo annuncio della passione e della resurrezione (Mc 31,33). Ma siccome nello stesso annuncio della passione lui dice che “dopo tre giorni resusciterà” (8,31) forse il conteggio dei giorni vuol essere ancora più preciso che semplicemente rimandare al suo annuncio della Pasqua. Infatti nel Vangelo di Marco si trova tre volte l’espressione dopo tre... Continua
  • I Domenica di Quaresima - Anno B

    Sono questi i pochi versetti che Marco riserva alle tentazioni di Gesù, ma con dei dettagli che risultano molto illuminanti. Gesù è spinto nel deserto dallo Spirito, dunque il deserto è nel progetto di Dio; non è un male che viene necessariamente e bisogna sopportare, ma è dentro la visione di Dio. Pertanto è un buon segno se siamo tentati, come dicevano tanti padri, vuol dire che siamo... Continua
  • Sesta Domenica del Tempo Ordinario - Anno B

    Il lebbroso era considerato praticamente un bambino nato morto dice il libro dei Numeri o il Secondo dei Re. Nel Midrash halachico, la lebbra è presentata come castigo della giustizia di Dio, conseguenza di un peccato che solo tale punizione poteva soddisfare. E che poteva riferirsi a moltissime generazioni indietro. Questo lebbroso viene verso Gesù rischiando la morte. Invece di gridare di... Continua
  • Quinta Domenica del Tempo Ordinario – Anno B

    Con il vangelo di oggi si conclude quella che gli esegeti chiamano una tipica giornata di Cristo,  e stupisce che sia proprio il sabato, giorno di riposo osservato anche da Dio e massima proibizione per gli ebrei. Erano proibiti 39 lavori che erano necessari per il Tempio, moltiplicati per 39, cioè ben 1521 lavori non si potevano fare di sabato. E in questa giornata “tipica” si ripetono... Continua
  • Quarta Domenica del Tempo Ordinario - Anno B

    Cristo ha chiamato i suoi primi discepoli e oggi comincia la sua missione di Messia.  È significativo che parta proprio dalla sinagoga, il luogo sacro, privilegiato della religione perché c’è dentro un demonio, così ben insinuato che non se ne accorge nessuno fino a quando non entra Lui. È uno spirito impuro, che abita i luoghi della morte, ha a che fare con la morte perché è lo spirito di... Continua
  • Terza Domenica del Tempo Ordinario - Anno B

    Marco comincia il vangelo dicendo: “Inizio del vangelo di Gesù Cristo figlio di Dio” (Mc 1,1) e, pochissimi versetti dopo, dice che Cristo proclamava il “vangelo di Dio” (Mc 1,14): con ciò vuole dire che Cristo è il vangelo di Dio, è Lui in persona. Nell’Antico Testamento la parola ‘vangelo’ appare in Isaia, quando annuncia la liberazione agli esiliati in Mesopotamia e ai primi rimpatriati,... Continua
  • Seconda Domenica del Tempo Ordinario – Anno B

    Siamo nei primi giorni del vangelo di Giovanni, che si susseguono con: “Il giorno dopo” (Gv 1, 29), “Il giorno dopo”... (Gv 1,35; 1,43). Nel giorno del vangelo di oggi a Giovanni il Battista basta dire: “Ecco l’Agnello di Dio” (Gv 1, 36) perché i discepoli già seguano Gesù. Era quell’Agnello che il giorno precedente aveva indicato come Colui che toglierà il peccato del mondo. Cioè come Colui che... Continua
  • Battesimo del Signore - Anno B

    Questo evento così brevemente raccontato da Marco è in qualche modo la sintesi di tutto il suo vangelo e di tutta l’opera di Cristo. Cristo scende dalla Galilea in un cammino che lo porta diritto al Giordano, il luogo anche geograficamente più basso della terra, e così è visibilmente chiaro l’abbassamento del Figlio di Dio. Il fiume Giordano ha il colore della terra. Lui entra in quella acqua... Continua
  • Domenica della Santa Famiglia di Nazareth - Anno B

    Il senso teologico della festa di oggi, collocata nell’ottava di Natale, si collega strettamente con il mistero della nascita di Cristo che abbiamo appena celebrato. Non si tratta affatto di un moralismo di cui si è tanto caricata la famiglia, ma di recuperare quella visione patristica per cui con il battesimo siamo innestati nella vita di Cristo e tutta la vita dell’uomo è un passaggio dal... Continua
  • Quarta Domenica di Avvento

    Il Vangelo di oggi ci concentra sulla questione della verginità. Non solo la verginità di Maria come l’abbiamo dogmaticamente intesa e che non si discute, ma sul suo significato spirituale che affonda le radici in un percorso antropologico di santità, di compimento della persona in Dio. È importante perciò intendere bene questo “piena di grazia” (Lc 1,28), che riporta tutto nell’ottica giusta,... Continua