Analisi della realtà vocazionale - S.E. Mons. Benvenuto Italo Castellani

SE Castellani
S.E. Mons. Benvenuto Italo Castellani

Ringrazio S.Em. il Card. Beniamino Stella, Prefetto della Congregazione per il Clero, della fiducia accordatami affidandomi “L’Analisi della Realtà Vocazionale” nella Chiesa, a partire dal “Questionario” inviato a tutte le Conferenze Episcopali Nazionali.

Il questionario offriva una ‘griglia-guida’ per la lettura e rilevazione della situazione vocazionale di ogni Conferenza – suddivise per Regioni Ecclesiastiche– con l’invito a rispondere con brevità e chiarezza, possibilmente come frutto di una riflessione collegiale della rispettiva Equipe Nazionale per la Pastorale Vocazionale.

Richiamo i ‘temi’ proposti dalla griglia: Cultura vocazionale, Centro Diocesano per la Pastorale Vocazionale, Piano Nazionale per la Pastorale Vocazionale, Coinvolgimento dei Presbiteri, Accompagnamento Vocazionale, Legame con le altre azioni pastorali, Nuove sfide vocazionali, Nuove metodologie, Numero delle presenze nei seminari, Organizzazione Nazionale e altri punti eventuali.

Al ‘Questionario’ – inviato alle 57 Conferenze Episcopali Nazionali – hanno risposto in 35. A me veniva chiesto:

–     “Una breve presentazione di ogni Regione, ponendo l’accento sugli aspetti positivi e sulle difficoltà, aggiungendo una riflessione sul possibile sviluppo della pastorale vocazionale a livello regionale”.

–     “Un momento conclusivo ove presentare i punti di forza e di debolezza della pastorale vocazionale odierna a livello generale, con qualche riferimento agli strumenti fondamentali di quella pastorale”.

 Confesso che non è stato un lavoro facile, in particolare per l’eterogenea documentazione pervenuta e analizzata.

Mi sono prefisso non tanto di offrire una ‘fotografia’, piuttosto una ‘panoramica’ della realtà, in cui riconoscere ‘luci e ombre’ della pastorale vocazionale nella Chiesa, ma soprattutto ‘segni di speranza’ per un cammino in avanti. 

Download